GIORNATA DELLA MEMORIA

GIORNATA DELLA MEMORIA
Quattro campi, sei storie

In occasione della Giornata della Memoria, numerose iniziative cercano di raccontare cosa sia stata la deportazione nei campi di sterminio nazisti. Qualcuno descrive la Shoah, che ha sterminato gli ebrei d’Europa, altri raccontano le diverse facce di questo tragico evento, concentrandosi su quanto è avvenuto in Italia. L’Associazione Roberto Camerani ha svolto la propria ricerca con questo fine: mostrare il volto della deportazione italiana, cercando di capirne le cause e documentandone i tragici esiti. La mostra racconta la storia dei campi di Mauthausen, Gusen. Ebensee e Melk, attraverso il racconto dell’esperienza di cinque deportati: Roberto Camerani, Quinto Calloni, Angelo Ratti, Pietro Bastanzetti, Antonio Bonfanti e Angelo Valagussa, tutti deportati dalle province di Milano e Lecco. (Ad Antonio Bonfanti, di Osnago, e ad Angelo Valagussa, di Cernusco Lombardone, è stato intitolato l’Istituto Comprensivo di Cernusco L.). Dalla raccolta delle testimonianze dirette dei protagonisti, da materiali diversi, da visite ed interviste l’Associazione Roberto Camerani ha prodotto la mostra“Quattro campi e sei storie”. Attraverso diversi pannelli e un video, che raccoglie le testimonianze dirette dei sopravvissuti e i ricordi dei famigliari di chi è scomparso, si può ripercorrere la tragica esperienza della vita nel campo di sterminio nazista. Da “piccole storie” alla Grande Storia. La mostra verrà inaugurata Mercoledì 25 Gennaio, ore 20.45 presso la sede dell’Associazione Artee20 - Bastioni Area Cazzaniga - Merate - LC con una presentazione di Gianpiero Soglio - seguirà proiezione del video "Il viaggio di Roberto"