ROLANDO PERSI

ROLANDO PERSI

Può un pittore far muovere su una tela le onde del mare, il soffio del vento, l'inseguirsi delle nuvole? Si può. Ma come? Le immagini della realtà, su una tela dipinta, sono immobili, mute. Si ma proprio per questo hanno una loro funzione se non si limitano a riprodurre, sia pure magistralmente, la copia del soggetto. Devono invece catturare l'attenzione dell'osservatore sulle sensazioni che la realtà suscita in lui: piacevoli, dolorose che siano. Come può avvenire questo? Direi un pò' come nella musica, la musica non ha parole ne immagini, ma suoni secondo il modo in cui il compositore saprà disporre, attraverso le note musicali, i suoni e la sua composizione susciterà in noi nostalgie di felicità, turbamenti, dolori, desideri, speranze... Il pittore partendo da una realtà non occorre che la descriva; deve soprattutto interpretare con forme e colori che suscitino quelle sensazioni che il soggetto provoca nella realtà. Questo è un momento difficilissimo ma tanto più valido oggi che, per ciò che riguarda la semplice riproduzione della realtà, esistono tanti e tanti mezzi tecnologici, altamente validi in grado di fotografarla.